Quali sono i passi per diventare una brand new Fashion Stylist?

bozzetti-terre-alte

Grazie ai consigli di Vanda Tentoni, fondatrice del marchio Terre Alte, leader nel settore Fashion e Knitwear Made in Italy, scopriamo insieme quali competenze e caratteristiche deve possedere chi decide di intraprendere questa attività tanto creativa quanto difficile.
Quali sono le parole chiave? Ottimo disegno, buon cucito, grande creatività, una certa conoscenza dell’industria e una perseveranza senza pari. Ecco gli step da seguire:

  1. Approfondisci le competenze e le conoscenze nel mondo della Moda

 

blog2Sviluppa buone competenze. Gli stilisti di successo si caratterizzano per un grande knowledge del settore e varietà di capacità/abilità, tra cui il disegno. Hanno inoltre un buon occhio in fatto di colori e texture, sanno visualizzare tridimensionalmente le idee e posseggono ottime abilità manuali per quanto riguarda il cucito e il taglio di tutti i tipi di stoffe.
Per esempio, se non hai già imparato a cucire, iscriviti a un buon corso. Saper gestire anche le stoffe e le maglie più difficili in situazioni stressanti ti darà un enorme vantaggio competitivo nel corso di tutta la carriera. Cerca di capire il tipo, movimento, la pesantezza, la traspirabilità, la portabilità e tutte le altre caratteristiche delle stoffe e dei filati. Una conoscenza approfondita dei tessuti (e se vorresti fare maglieria dei filati) ma è assolutamente essenziale per svolgere alla perfezione questo lavoro. Inoltre, devi sapere da dove provengono i materiali.
Impara dagli stilisti affermati. Non devi sapere solo i nomi, ma conoscere anche il loro passato, il marchio di fabbrica, la formazione, anche le scuole frequentate. Avere queste informazioni ti aiuterà a diventare uno stilista ancora più affermato, perché potrai ispirarti a queste figure e prendere spunto dalle loro idee.
Impara a creare bozzetti e gamme di prodotti. Devi avere la capacità di scoprire nuove tendenze grazie a mezzi di comunicazione, shopping comparativo e fiere campionarie… ricordati parlare di moda è sempre parlare di Arte.
Sii curiosa, impara sempre di più, viaggia molto. Avere talento è sicuramente positivo, ma ricordati il talento va alimentato dalla conoscenza e dalla pratica. Altrettanto utile è possedere un diploma presso una scuola/accademia di moda affermata (sia in Italia che all’estero). Oltre ad affinare la tua cultura, instaurerai sin da subito ottimi contatti e avrai la grande opportunità di mettere in mostra le tue competenze. Una volta finita la scuola, candidati per uno stage o un tirocinio: la teoria va messa in pratica! Come se questo non bastasse, collaborare con esperti del campo ti offrirà la possibilità di assorbire in prima persona capacità fondamentali.

  1. Scegli il settore specifico più adatto a te

 

blog4Decidi qual è il campo della moda che più ti interessa. Sicuramente dovrai iniziare dal basso, ma quel che è certo è che ti serve un obiettivo ben preciso. Devi infatti individuare la direzione verso la quale intendi incanalare la tua carriera. Cosa ti ispira di più tra alta moda, prêt-à-porter, abbigliamento sportivo, per il tempo libero, per il mass-market o per una nicchia? Ogni campo ha vantaggi e svantaggi da analizzare prima di prendere una decisione definitiva in merito al percorso da seguire. Il nostro consiglio è quello di perfezionare le tue capacità in una sola area, per poi sperimentare una volta che avrai già trovato un appoggio saldo nell’industria. Ecco qualche esempio:

Abbigliamento femminile

Abbigliamento maschile

Abbigliamento per bimbi e/o neonati

Abbigliamento sportivo, per il fitness o il tempo libero

Maglieria

Abbigliamento specifico per la vita all’aria aperta, per sport estremi

Abbigliamento per le spose

Accessori

Realizzazione di costumi per il teatro, il cinema, la televisione

E tanto altro ancora…

  1. Costruisci una strategia e analizza la concorrenza

news1

Definisci la tua personalità ma fai attenzione se hai intenzione di diventare una fashion designer, non pensare di realizzare dei capi per te o per delle celebrità. Uno stilista deve pensare a tutti: deve considerare persone di corporature diverse e altezze differenti, ma allo stesso tempo il capo una volta indossato deve rendere in egual modo. La realtà dei fatti è semplicemente che non crei abbigliamento per te stesso, ma per gli altri.
Stai a contatto coi clienti, “coccolali”, curali, chiedi di cos’hanno bisogno. Se vivi in un paese caldo, non ha molto senso vendere giubbotti per lo sci. Guardati intorno. Quali sono le cose di cui le persone reali hanno bisogno o desiderio? Per esempio, se intendi programmare una collezione completa, potresti avere più bisogno di realizzare capi per la parte superiore del corpo piuttosto che per quella inferiore. I top sono per esempio perfetti per cambiare il look, mentre un semplice paio di pantaloni si può abbinare a una miriade di top. Mantieni un stile coerente, semplice, realista e originale.
Prendi spunto dai competitors. Osserva e prendi nota dello stile che hanno adottato negli anni, dei tessuti che adoperano e della loro qualità la qualità (impermeabilità, vestibilità, tipo di manutenzione, spessori); prendi nota dei colori che vendono di più nella tua realtà specifica. Prendere ispirazione dai tuoi concorrenti non è copiare: si tratta di osservazione e riproduzione originale e personale. E ricordati bene il tuo scopo è vendere: i tuoi clienti (che comprino in stock per i negozi o che siano persone comuni) voglio innanzitutto qualcosa che calzi bene su sé stessi. I pezzi più stravaganti vengono indossati solo qualche volta all’anno; sono certamente belli, ma potrebbero non garantirti dei ricavi in termini di stipendio.
Progetta alcuni “key-clothes”. Nella moda, qual è il tuo punto di forza? La tua passione e le tue competenze sono la prima, immancabile parte del successo. Ovviamente, la seconda è composta da un altro fattore imprescindibile: adattarti a quello che vuole il mercato. Nel mondo della moda, questo in parte significa convincere il target e in parte capire la domanda. Nel caso ad esempio di Terre Alte, il marchio è leader nel settore della maglieria e dei capi-spalla, ha un target definito (donna 30-65) ed è presente in tutta Italia e in alcune nazioni europee ed extraeuropee.